Comunemente quando si pensa a fare l’amore automaticamente ci si collega la mente all’atto di unirsi fisicamente con il proprio partner. Tuttavia ciò è sbagliato per quanto riguarda il tema e le pratiche del sesso tantrico. Esso consiste in un modo di fare che va oltre la fisicità e la materialità del corpo. Nella maggior parte dei casi le pratiche tantriche risultano essere una vera e propria filosofia di vita che porta a vivere il rapporto di coppia in maniera piuttosto spirituale concentrandosi di più sulle emozioni, sulle sensazioni e sul benessere mentale.

Cos’è il Tantra e che vuol dire essere tantrico.

Secondo il Tantra l’amore va vissuto sotto l’aspetto emotivo e sensazionale delle percezioni emotive. Quando una coppia si unisce in base alle pratiche tantriche significa che in quel momento hanno una fusione divina ed entrambi i corpi, sia quello maschile che quello femminile, sprigionano energia attraverso la quale manifestano un Dio e una Dea. Pertanto la disciplina del Tantra consiste proprio nel fatto di vivere l’amore a 360 gradi considerandolo sotto qualsiasi aspetto, ma principalmente riscoprendo il piacere spirituale sia dell’uomo che della donna. Il sesso tantrico ha origini indiane molto antiche, per cui quando si parla di tecniche non è propriamente corretto in quanto risulta essere uno stile di vita. Essere tantrico significa quindi, oltre che mettere in pratica i modi di fare propri del Tantra, anche anteporre l’amore davanti ad ogni cosa ed amare la propria compagna o il proprio compagno ogni giorno in una maniera nuova. Questo risulta essere un vantaggio rispetto al sesso tradizionale poiché esso tende ad essere ripetitivo e si rischia di cadere nella monotonia.

Quali sono le pratiche tantriche e come si fa sesso tantrico.

Per mettere in pratica i metodi del Tantra innanzitutto occorre avere una certa sintonia mentale ed essere molto uniti con il partner perché come si è già detto è la mente a guidare il tutto. Per fare sesso tantrico occorre concentrarsi sulla respirazione, essa deve avvenire in modo coordinato rispetto alle movenze fisiche. Non c’è un modo preciso di muoversi, ciò che conta è lasciarsi andare e svuotare la mente da qualsiasi forma di stress. I movimenti non devono essere veloci, senza avere fretta di arrivare all’orgasmo. È consigliato quindi dare ampio spazio a coccole e carezze. Guardarsi negli occhi è d’obbligo, è il modo giusto per dire all’altro di essere presenti in ciò che si fa. Inoltre fare sesso tantrico è consigliato perché è molto più duraturo, capace di far provare più volte l’orgasmo sia all’uomo che alla donna, e fa sì che il desiderio e l’energia sessuale non vengano mai meno. L’orgasmo tantrico tende ad essere particolarmente intenso, anzi si direbbe quasi che faccia andare in estasi chi lo prova e si pensa che è possibile averne diversi in un solo rapporto il piacere aumenta ancora di più. Così facendo non si spegnerà mai la voglia di superare se stessi e di godere sotto tutti i punti di vista del corpo e della mente.