Sedurre una ragazza in Erasmus

Sedurre una ragazza in Erasmus

Partecipare al progetto di mobilità studentesca Erasmus è un po’ il sogno di tutti gli studenti d’Europa. È un’esperienza che ti arricchisce da tutti i punti di vista, sia dal profilo culturale che da quello umano. Si entra in contatto con un una molteplicità di persone con caratteristiche completamente diverse che in qualche mondo entreranno a far parte della tua vita restandoci per molto tempo e a volte per sempre. Ci si sente parte di un qualcosa di più grande, si è liberi di fare le proprie scelte, dunque ci si responsabilizza e si cresce ma soprattutto ci si diverte.

Uno degli aspetti più importanti per quanto riguarda i ragazzi che decidono di partecipare al progetto Erasmus è l’approccio con le ragazze straniere.

Di solito i primi contatti avvengono durante le feste organizzate da ragazzi più grandi in locali caratteristici del posto, ma si continua la conoscenza anche durante le lezioni all’università. Prima di partire i ragazzi sono affascinati dall’idea di poter entrare in contatto e di corteggiare ragazze diverse da quelle che frequentano tutti i giorni. Ragazze con gusti e mentalità diverse, magari più aperte a relazioni meno chiuse e stressanti, più propense al divertimento e a godersi la vita.

Non ci sono regole fisse per quanto riguarda la seduzione ma certamente è preferibile comportarsi in un determinato modo piuttosto che in un altro per non ottenere il risultato contrario, ovvero l’allontanamento delle ragazze.

La seduzione parte dallo sguardo perché far sentire una donne osservata e desiderata è il primo passo per poterla avvicinare e approfondire la conoscenza. Dopo lo sguardo si può offrire da bere e magari farle qualche complimento senza però esagerare e sempre nel pieno rispetto della persona che ci accingiamo a voler conoscere. Bisogna essere, in ogni modo, gentili ed educati, sorridere e mostrarsi interessati a voler conoscere proprio quella ragazza e non le altre (non fate i morti di figa perfavore, non vi si fileranno mai).

Trattandosi poi di un target molto giovane ci si può permettere di essere meno costruiti e di puntare tutto sulla semplicità. Bisognerebbe, inoltre, evitare di essere troppo logorroici così da non farla scappare e sprecare così un’occasione preziosa.

Spesso per gli studenti Erasmus le varie organizzazioni studentesche organizzano mini viaggi per visitare le zone limitrofe per conoscere meglio il territorio, si potrebbe così sfruttare quest’occasione invitando la ragazza che si vuole sedurre a venire con noi, magari con la scusa della lingua, e conquistarla così poco a poco.

Sedurre una ragazza straniera può infatti rappresentare un ottimo modo per migliorare le proprie conoscenze della lingua, e questa magari potrebbe essere anche una scusa per entrare in contatto con più ragazze possibili. Di solito le ragazze straniere sono molto interessate ai ragazzi latini, quindi gli italiani partono con dieci lunghezze di vantaggio.

Quali sono le vostre esperienze a riguardo? Lasciate un commento e condividete l’articolo con i vostri partner conosciuti in Erasmus 😉

Contatta gente che vuole trombare e che ha letto l'articolo : Sedurre una ragazza in Erasmus

Pin It on Pinterest

Share This